Mostra STATO D’ATTESA 2008


Riconoscersi nello stato d’attesa significa per Beatrice Bartolozzi trasformare questo stato d’animo in oggetto tangibile fatto di parole che si sviluppano in segni ridottissimi…i rapporti tra linee e colore stabiliscono delle precise simbologie di cui l’autrice si fa portavoce, senza far prevalere la dominante dello sguardo… Ci raccontano dell’attesa del dormiveglia quando vorremmo che qualcuno ci raccontasse una favola.

Matilde Puleo

Mostra STATO D’ATTESA 2008ultima modifica: 2008-09-23T22:48:20+02:00da bb734
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento